«

»

lug 22

Print this Articolo

Lecce, Cacia a Verona?

Piatti e Grossmuller: pronte due rischieste dal Sudamerica
Qualcosa si  muove  per  Cacia. l  procuratore del giocatore  sembra aver raggiunto un accordo di massima con il Verona (in lista di attesa c’è anche lo Spezia). Resta il fatto che l’attaccante è di proprietà del Lecce e per trasferirsi, l’eventuale società che lo richiede  dovrebbe pagare il cartellino al Lecce. In una situazione di crisi diffusa, è impensabile  pensare alla  quotazione reale  e, soprattutto a quanto il Lecce pagò per acquistarlo quattro  anni fa (circa due milioni e mezzo), ma si cercherà di realizzare il più possibile per smaltire  quel giocatore che, nel capitolo degli ingaggi, costituisce la voce più onerosa (600mila euro  l’anno). Sarebbe così la fine di un tormentone  che si  ripropone ogni  estate allorchè  Cacia torna alla base dopo un prestito non riscattato.
Buone prospettive ci sono anche per Piatti che potrebbe andare all’Independientee per  Grossmuller, richiesto in Uruguay dal Danubio. Non si muove una foglia, invece, per  Bergougnoux e per Ofere che ha inspiegabilmente declinato un’offerta della Dinamo  Bucarest.
Ma  il parco  giocatori  del Lecce  non  è tutto  in svendita.  Qualcuno dei rientranti potrebbe  essere reintegrato.  È il  caso di  Jeda, come  conferma lo stesso  direttore  generale Antonio   Tesoro.  «Jeda rientra nei nostri programmi», dice il manager del Lecce, «è un giocatore che  può benissimo integrarsi nel  nostro progetto.  D’altra  parte, non  possiamo pensare di  smantellare tutto l’organico per rifarlo completamente, altrimenti ci troveremmo al 15 agosto senza giocatori e con la necessità di prenderne dei nuovi che non si sono allenati  con  noi. Il che, comporterebbe un ulteriore ritardo  nella preparazione. Dobbiamo  allora valorizzare», prosegue  Tesoro, «quelle che  sono  le  competenze  che  abbiamo e che si  stanno allenando con noi. Jeda è uno di quelli, così come  ritengo  incedibili  tutti  i portieri, e  ancora Ferrario, Esposito,  Giacomazzi,  Delvecchio, Corvia,  Falco,  Falcone e Chiricò».
Contatti in corso ci sono per il centrocampista del Piacenza  Lisi,  24 anni  e  per  l’albanese  del  Carpi, Memushaj, 26 anni.
Ieri intanto, nel terzo giorno di allenamento nel ritiro di Tarvisio, l’allenatore Franco Lerda ha  allentato  un  pò  il  ritmo  di  lavoro  concedendo  una pausa nel pomeriggio. Quindi un solo  allenamento al  mattino,  poi  mezza  giornata di  libertà  per  il gruppo
Gazzetta del Mezzogiorno

Questo articolo è stato letto 1196 volte